I would like, if I may, to take you on a strange journey /1

rhps

On the day I went away… Goodbye…
Was all I had to say… Now I…
I want to come again and stay… Oh my my…
Smile, and that will mean that I may

Cause I’ve seen blue skies, through the tears
In my eyes
And I realise… I’m going home.

Everywhere it’s been the same… Feeling…
Like I’m outside in the rain… Wheeling…
Free, to try and find a game… Dealing…
Cards for sorrow, cards for pain

Cause I’ve seen blue skies through the tears
In my eyes
And I realise… I’m going home.

I’m going home, I’m going home.

Ho uno spettacolo preferito. L’ho visto tante tante tante volte. Se teniamo conto che dai 16 ai 22 anni l’ho visto tutti i venerdì, da ottobre a giugno, sulla stessa scomoda sedia di legno nella terza fila del cinema Mexico fanno già tante volte. Se ci aggiungiamo tutte le volte che l’ho visto nel buio della salotto, prima a casa dei miei e poi a casa mia, all’inizio in TV, poi in VHS e infine in DVD, diventano tante tante. Se contiamo che l’ho visto anche in giro per il mondo, al cinema e a teatro, interpretato da compagnie professionali o no, allora fa tante tante tante.

Ma io questo spettacolo lo amo. Questo spettacolo è casa mia. E mi piacerebbe portarvici. Facciamo un giro?

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 57 follower